#midaiunagioia2024, al via il contest di Insieme

Lasciati contagiare dalla felicità! In palio un pratico zaino da viaggio per le tue mete estive. Scopri come partecipare.

Chiama la felicità, Dille che noi siamo qua, ci ricorda Cesare Cremonini in una famosa canzone. Il sottofondo ideale in questo primo giorno di primavera che, dal 2012, coincide con la Giornata Internazionale della felicità, istituita dall’Onu per valorizzare un diritto fondamentale dell’uomo spesso trascurato.

La felicità è uno stato d’animo, ci ricordano gli psicologi, che nasce sia da un’emozione temporanea che proviamo quando stiamo bene, sia dalla serenità che viene dal sentirci realizzati. E, soprattutto, è alla portata di tutti, provando a cogliere un approccio positivo e gioioso tra le persone, godendo delle piccole cose, dei gesti semplici che scaldano il cuore e provando ad essere più benevoli anche verso noi stessi.

Noi di Insieme vi proponiamo, da oggi e fino al 20 aprile, di condividere con noi attraverso i social un vostro momento di felicità, per innescare un virtuoso circolo della felicità attraverso l’hashtag #midaiunagioia2024.

Lasciati contagiare dalla felicità! Scatta e condividi sulle tue pagine Instagram o Fb un ritaglio felice della tua giornata utilizzando l’hashtag #midaiunagioia2024 e tagga Mensile Insieme.

In palio un pratico zaino da viaggio per le tue mete estive!

Diritto fondamentale degli esseri umani

La risoluzione con cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ne dichiara l’istituzione nel 2012 recita: “L’Assemblea generale […] consapevole che la ricerca della felicità è uno scopo fondamentale dell’umanità, […] riconoscendo inoltre un approccio più inclusivo, equo ed equilibrato alla crescita economica che promuova lo sviluppo sostenibile, l’eradicazione della povertà, la felicità e il benessere di tutte le persone, decide di proclamare il 20 marzo la Giornata Internazionale della Felicità (International Day of Happiness), invita tutti gli Stati membri, le organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite, e altri organismi internazionali e regionali, così come la società civile, incluse le organizzazioni non governative e i singoli individui, a celebrare la ricorrenza della Giornata Internazionale della Felicità in maniera appropriata, anche attraverso attività educative di crescita della consapevolezza pubblica”.

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts
Leggi tutto

Amati da Dio

Il 29 maggio 40 giovani della comunità parrocchiale Santa Maria delle Grazie di Lavorate hanno confermato la loro fede. L’esperienza di don Salvatore Agovino e delle catechiste.