Serie D: l’Angri vince e si salva. Paganese sconfitta

Ultimo appuntamento dell’anno con la rubrica “Il caffè del luneDì” per fare il punto dai campi della Serie D. Sorride l’Angri, Paganese k.o.
I calciatori e lo staff dell’Angri esultano per la salvezza conquistata con la vittoria sul Pomezia – Foto tratta dalla pagina FB US Angri 1927

L’Angri vince e si salva. La Paganese sconfitta dalla Casertana nel secondo turno dei play-off. Questi i verdetti emessi dall’ultima domenica di Serie D per le squadre dell’Agro.

Angri-Pomezia 3-0

Con una prestazione solida e convincente l’Angri batte 3-0 il Pomezia nella finale dei play-out del girone G e mantiene la categoria.

In uno stadio “Novi” riempito da oltre 2mila sostenitori grigiorossi, vanno a segno Barone, al 32’ del primo tempo, sfruttando una disattenzione della difesa laziale, e Acosta, autore di una doppietta nella seconda frazione di gioco: all’83’, su assist di Della Corte, e al 90’, concludendo un’efficace ripartenza.

Grande la soddisfazione del tecnico grigiorosso Luigi Sanchez, che al termine del match ha detto: «Sono l’uomo più felice del mondo». Sanchez ha anche voluto ringraziare gli altri due allenatori che si sono succeduti nel corso della stagione sulla panchina dell’Angri, Antonio Floro Flores e Carmelo Condemi, oltre che il presidente Armando Lanzione ed il direttore sportivo Antonio Del Sorbo.

Grande festa sugli spalti del “Novi”, euforia nelle strade della città doriana e sui social dei tifosi grigiorossi per una salvezza che può rappresentare la base su cui progettare il futuro della piazza angrese. Piazza che calcherà ancora, per il secondo anno consecutivo, i campi della Serie D.

Paganese-Casertana 0-2

Di tutt’altro umore la tifoseria azzurrostellata, che ha dovuto assistere alla sconfitta interna della Paganese ad opera della Casertana nella finale dei play-off del girone G.

L’abbraccio dei calciatori della Paganese – Foto tratta dalla pagina FB Paganese Calcio 1926 Srl

0-2 il risultato finale al “Torre” di Pagani. Sono stati necessari 120 minuti per decretare la squadra vincitrice del confronto. Infatti, dopo che i 90 minuti regolamentari si erano conclusi sullo 0-0, nel primo tempo supplementare è arrivato il vantaggio degli ospiti con un colpo di testa di Ferrari (al 94’). Nel secondo tempo supplementare, poi, il raddoppio della Casertana con Guida, bravo ad approfittare di un pasticcio difensivo del portiere e della difesa azzurrostellati.

Al termine del match un commosso Domenico Giampà, tecnico della compagine azzurrostellata, ha dichiarato: «È stato un anno quasi perfetto, fantastico per tutti; abbiamo creato una grande famiglia con tutti: tifosi, società, squadra, staff. Noi chiediamo scusa, ma tutti abbiamo dato il massimo. Ringrazierò sempre Pagani per l’opportunità che mi ha dato. Non siamo riusciti a vincere, ma abbiamo dato tutto».

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts
Leggi tutto

Servi umili, sentinelle per i poveri

Il 26 dicembre del 1998 don Salvatore Di Prisco, don Gerardo Guastaferro e don Luigi Loreto furono ordinati diaconi dal vescovo Gioacchino Illiano, insieme al compianto don Franco Ferraioli, scomparso nel 2022. Li abbiamo incontrati nel 25esimo anniversario della loro ordinazione per ripercorrere le rispettive storie vocazionali e il servizio svolto per la Chiesa diocesana.