Il futuro ha il volto giovane

Giovani, lavoro e pademia. Il focus di Insieme di giugno.

La pandemia ha acuito le incertezze sul futuro, in modo particolare per i giovani. Ma le nuove generazioni sanno ancora coniugare il verbo sperare. Il focus di Insieme di giugno.

Niente di solido sotto i piedi e la sensazione di andare verso un precipizio. Anzi, di affondare nella mancanza di sicurezza, senza alcun aiuto in vista. E la pandemia è riuscita solo a peggiorare un quadro già complicato: è quanto emerso da una ricerca condotta, qualche mese fa, dal Financial Times all’interno di un progetto dedicato alle nuove generazioni.

I giovani intervistati hanno espresso un disagio reale, spesso ignorato, che supera la crisi sanitaria e assume, in molti casi, una dimensione esistenziale. Giovani che lavorano, studiano, vanno all’università e cercano lavoro. Fanno, insomma, tutto ciò che occorre fare. Stanno ai patti. Ma nonostante ciò il resto del mondo sembra non onorare gli impegni. Le carriere sono bloccate, i prezzi troppo alti impediscono la costruzione di una stabilità e nei momenti più difficili sono i primi a pagare il prezzo in termini di incertezza e di assenza di prospettive.

Ma le nuove generazioni sanno ancora coniugare il verbo sperare e riescono a custodire, con qualche “correzione in corso d’opera”, la bellezza dei propri sogni. 

Le esperienze

Alfonso Fortino ha avuto fin da bambino una passione per lo sport che lo ha portato a giocare con la Nocerina Calcio. Impegnato nella comunità parrocchiale San Giovanni Battista di Cicalesi, sta per affrontare la maturità scientifica.

Continua la lettura acquistando una copia di Insieme di giugno!

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati
Leggi tutto

Vesuvio Est: battaglia in Parlamento

Parlamentari e sindaci in prima linea affinché l'area tra Salerno e Napoli non sia privata della stazione dell'alta velocità. Un progetto in ballo dal 2009 e che ora potrebbe sfumare. Battaglia in Parlamento e sui territori