Serie D: vince la Nocerina. Pari Paganese. Angri e San Marzano ko

I molossi espugnano Santa Maria Capua Vetere. La Paganese fa 1-1 a Nardò. Angri sconfitto a Matera. La Cynthialbalonga supera il San Marzano.
L’esultanza dei calciatori e dei tifosi della Nocerina dopo il vantaggio ottenuto sul campo del Gladiator – Foto pagina FB Nocerina Calcio 1910

Delle quattro squadre dell’Agro impegnate nel campionato di Serie D vince soltanto la Nocerina: questo l’esito della seconda giornata, andata in scena ieri. I molossi superano il Gladiator. San Marzano sconfitto dalla Cynthialbalonga. Pareggio della Paganese con il Nardò. Angri ancora sconfitto, questa volta dal Matera.

Qui Nocerina

Finisce 0-2 la partita del “Mario Piccirillo” di Santa Maria Capua Vetere che ha visto contrapposte Gladiator e Nocerina. I ragazzi di mister Gianluca Esposito riescono a superare la compagine della provincia di Caserta con l’autorete di Finizio e il sigillo finale di Gadaleta.

Prima frazione di gioco non esaltante per ambedue le squadre. Tutto accade nella ripresa. Al 75’ un’incomprensione nella retroguardia del Gladiator (in particolare tra il difensore Finizio e il portiere Gobbetti) consegna il vantaggio alla Nocerina. Ma il raddoppio è un capolavoro del rossonero Gadaleta, autore di un recupero palla a centrocampo e di una cavalcata quasi coast-to-coast fino alla porta avversaria.

L’undici della Nocerina sceso in campo nella gara con il Gladiator – Foto pagina FB Nocerina Calcio 1910

Per i molossi si tratta della prima vittoria in questo campionato di Serie D. Con il pareggio casalingo di domenica scorsa sono quattro i punti conquistati finora dalla Nocerina, uno in meno dell’Ostia Mare, compagine per il momento sola al comando del girone G.

Qui San Marzano

Nello stesso girone, il San Marzano ritorna con le mani vuote dalla trasferta laziale. Allo stadio comunale “Bruno Abbatini” di Genzano di Roma la Cynthialbalonga ha la meglio sui blaugrana, vincendo 2-0.

Le reti al 12’ del primo tempo con Manca, che sfrutta un’azione da calcio d’angolo, e al 94’, in pieno recupero, con Cappai, che chiude la sfida trasformando un calcio di rigore.

«Sapevamo che incontravamo una squadra in salute – ha detto al termine dei 90 minuti il tecnico del San Marzano Domenico Giampà -, sapevamo delle difficoltà della partita. Alla mia squadra devo rimproverare poco. La squadra ha giocato. Sia domenica scorsa che questa settimana raccogliamo molto poco di quello che meritavamo sul campo. Vuol dire che quello che stiamo facendo non basta. Dobbiamo dare di più».

Qui Paganese

Nel girone H, termina 1-1 la sfida tra Nardò e Paganese. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, la gara si sblocca ad inizio ripresa con la rete al 53’ di Orefice, che insacca un assist di Iannone, autore di una grande giocata in mezzo a vari avversari.

I calciatori della Paganese sul campo del Nardò prima della partita – Foto pagina FB Paganese Calcio 1926

Il pareggio del Nardò arriva soltanto nel finale, con una buffa autorete dell’estremo difensore azzurrostellato Pinestro, che non riesce a trattenere una conclusione da fuori area di Addae: nel tentativo di riprendere il pallone, il portiere spinge la sfera in rete e consegna il pari ai pugliesi (91’).

«Nel calcio due più due non fa mai quattro – ha detto al termine della gara mister Massimo Agovino incontrando la stampa -. Ci davano per morti, ma questo è un gruppo di giovani fantastici, di ragazzi d’oro. Ho detto ai tifosi che non conosco il risultato finale, ma posso dire che suderemo la maglia fino alla fine. Questa è una squadra che farà vedere grandi cose sotto questo aspetto. Rimane l’amaro in bocca per come hanno pareggiato la partita oggi».

Qui Angri

Secondo stop in due gare per l’Angri, che esce sconfitto dallo stadio “XXI settembre Franco Salerno” di Matera. I lucani si impongono 2-1 in rimonta.

La gara si decide già nel primo tempo. I grigiorossi di mister Stefano Liquidato passano in vantaggio all’11’ del primo tempo con una rete di Marasco, che, al primo calcio d’angolo della partita, salta più in alto di tutti e colpisce di testa per l’1-0. Il pari del Matera arriva dieci minuti più tardi: Prato devia in rete un tiro da posizione defilata di Ferrara.

Ed è lo stesso Ferrara a completare la rimonta al 32’ con un bel tiro di sinistro dopo aver agganciato un lancio lungo.

Nel secondo tempo non mancano le occasioni da una parte e dall’altra. Sembra essere l’Angri a gestire la partita, ma il risultato non cambia.

Dopo le prima due giornate, i grigiorossi sono in coda al girone H, ancora a quota 0 punti, in compagnia di Manfredonia e Santa Maria Cilento.

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati