Diffondere il bello, al “Fresa-Pascoli” il Parco dell’Arte

Nocera Superiore si candida a Città dell’Arte Contemporanea.

Il Parco dell’Arte dell’Istituto comprensivo “Fresa-Pascoli” di Nocera Superiore sarà raccontato attraverso un catalogo finanziato dall’amministrazione comunale del sindaco Giovanni Maria Cuofano.

Un modo per diffondere il bello custodito nei giardini della scuola di viale Europa.

Una «iniziativa di natura didattico-pedagogica», l’ha definita il dirigente scolastico Michele Cirino. Il catalogo arriva a dieci anni dall’installazione della prima opera contemporanea.

«Il progetto nacque da un’idea del professore Giovanni Cuofano», ricorda il preside. Fu partorito immediatamente dopo l’aver ricevuto il Leone d’argento a Venezia. Era il 2013, all’istituto fu consegnato il premio per il riciclo creativo nell’ambito di una iniziativa promossa dalla Biennale: «Eravamo l’unica scuola media d’Italia».

Nel parco sono esposte una quindicina di opere d’arte. Tanti i nomi eccellenti, a partire da Riccardo Dalisi passando per Pietro Lista, Anna Crescenzi, Ugo Cordasco e Lucio Perone.

«L’arte è importante nella misura in cui svolge anche un’azione terapeutica in un momento difficile come quello che stiamo vivendo», la considerazione di Cirino. Queste opere, prosegue il dirigente, aiutano «a riscoprire sé stessi e parlano anche a chi non ha grande sensibilità artistica. Un parco del genere aiuta a riflettere su noi stessi e sulla nostra esistenza».

Il Parco dell’Arte non ha avuto sempre vita facile: «Alcune opere d’arte sono state vandalizzate da alcuni ragazzi che distrussero una delle opere più belle di Aldo Policastro che inneggiava alla terra e alla natura». Un manufatto che è stato poi ripristinato e riconsegnato alla collettività.

«L’obiettivo – continua Michele Cirino – è lasciare la scuola aperta anche nei giorni festivi, per rendere fruibile il parco dell’arte che va valorizzato e promosso». In questa direzione va il catalogo finanziato dal Comune di Nocera Superiore: «È stata una sorpresa, un segnale positivo che può dare una mano per sostenere e valorizzare la nostra struttura e l’arte contemporanea».

All’entusiasmo del preside dell’Istituto comprensivo “Fresa-Pascoli” si somma quello dell’amministrazione comunale.

La giunta Cuofano ha deliberato il contributo per la creazione del catalogo e l’avvio di un percorso che candida Nocera Superiore come Città dell’Arte Contemporanea, anche in relazione ai nuovi spazi espositivi che saranno individuati nella Casa delle Arti e dei Talenti.

«Avvicinare i più giovani alla bellezza, all’arte, è un modo per educarli ad essere cittadini consapevoli nel rispettare un’opera artistica così come una panchina della propria città – spiega il sindaco – il Parco dell’Arte, che abbiamo sostenuto sin dalla sua nascita in condivisione con il suo curatore, Giovanni Cuofano, ed il preside, Michele Cirino, è uno spazio diffuso dove c’è la contaminazione tra le opere di artisti affermati come Dalisi e le creazioni degli alunni della scuola media realizzati con materiali riciclabili. Abitare l’arte e l’ambiente è il binomio che accompagna questa esposizione en plein air che si arricchisce di volta in volta di nuove installazioni e che ora trova una sua dimensione illustrativa nel catalogo».

Un impegno che va oltre: «La valorizzazione dell’arte e del talento – conclude Cuofano – trova riscontro anche nella Casa delle Arti e dei Talenti: lo spazio adiacente il municipio dove tanti giovani troveranno finalmente un luogo dove potersi esprimere e dove poter dare valore alle proprie passioni».

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati