Terra dei fuochi: serve un sistema di sorveglianza

A lavoro per la salute e l’ambiente. I Vescovi campani chiedono di approfondire il Rapporto redatto dall’Istituto superiore di sanità per la Procura di Napoli Nord. Attività in vista del convegno nazionale che si terrà ad Acerra il prossimo 17 aprile
pianeta - siccità

Terra dei fuochi: serve un sistema di sorveglianza epidemiologica. A chiederlo in un Messaggio sono i Vescovi della Campania dopo la pubblicazione del Rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità sulla Terra dei fuochi. Gli esperti lo hanno realizzato su commissione della Procura della Repubblica di Napoli Nord per fare luce sulla relazione tra i rifiuti e gli «eccessi della mortalità e dell’incidenza tumorale» sulla popolazione residente.

«Riteniamo il Rapporto di particolare importanza – si legge nel comunicato diramato dalla Conferenza episcopale campana –, in quanto si riconosce, per la prima volta, “un possibile ruolo causale e/o concausale dei siti di rifiuti, in particolare quelli incontrollati e illegali di rifiuti pericolosi, nell’insorgenza di queste malattie”. È la conferma, da parte di indiscusse autorità, di quanto la popolazione ha percepito da tempo».

Terra dei Fuochi. Lago Patria. Foto dal blog Lo strano Oz

Adesso non si può più far finta di nulla, è il tempo di avviare collaborazioni virtuose tra enti e istituzioni per rimuovere il problema dalla radice. I Vescovi della Campania chiedono che si estenda il monitoraggio sugli altri territori interessati all’inquinamento ambientale, sviluppando un sistema di sorveglianza epidemiologica in particolare nelle province di Napoli e Caserta, ma anche che vengano fatte azioni concrete, come bonificare i siti interessati e incentivare cicli virtuosi della gestione dei rifiuti.

Per non abbassare l’attenzione su questa problematica, il prossimo 17 aprile si terrà un convegno ad Acerra, dalle 9.00 alle 13.00. L’appuntamento nazionale coinvolge 75 diocesi italiane, che si interrogheranno sul tema “Custodire le nostre Terre. Salute, ambiente, lavoro”. L’incontro, promosso dalle Commissioni e dagli Uffici competenti della CEI e da vescovi campani, sarà trasmesso online sul canale Youtube dell’Ufficio Nazionale per la pastorale della salute.

S.R.

Total
3
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati