La Chiesa è con i poveri

Tante le iniziative messe in campo nel 2020 dalla Caritas diocesana grazie alla generosità di quanti devolvono l’8xmille alla Chiesa cattolica
?????????????????????????????

Tante le iniziative messe in campo nel 2020 dalla Caritas diocesana grazie alla generosità di quanti devolvono l’8xmille alla Chiesa cattolica

Non poteva essere vissuto diversamente l’anno di preparazione al 70° anniversario della nascita di Caritas italiana, organismo pastorale della Chiesa e braccio operativo della Conferenza episcopale italiana.

Un anno che ha riportato al centro l’essenza stessa della Carità, durante il quale, in molte occasioni, è stato necessario navigare a vista, ma con la rotta ben chiara indicata da papa Francesco: «vedere Gesù nel volto del povero».

Tante le iniziative messe in campo dalla Caritas diocesana di Nocera Inferiore – Sarno lo scorso anno, tante le attività benefiche che sono state rese possibili grazie alla generosità di quanti devolvono l’8xmille alla Chiesa cattolica. È infatti grazie al loro sostegno che possono prendere vita le Opere Segno, come Casa Betania e Casa: Cuore di famiglia, per rispondere all’emergenza abitativa, e il Magazzino della Solidarietà, per un sostegno alle famiglie attraverso la consegna di generi alimentari.

Lo scorso anno, l’emergenza sanitaria ha modificato i bisogni delle famiglie allargando ancor di più le forbici della diseguaglianza sociale. La Cei, subito dopo il famoso Dpcm del 9 marzo, ha stanziato un fondo straordinario “Covid”, erogato alle Chiese locali durante tutto il 2020, per rispondere alle esigenze immediate delle tante famiglie in difficoltà, attraverso la Caritas diocesana, guidata da don Vincenzo Di Nardi, e le parrocchie, prime sentinelle del territorio. In piena pandemia, quando non si trovavano dispositivi di protezione individuale, con un contributo straordinario “Covid” la Caritas ha acquistato 5000 mascherine chirurgiche e oltre 90 quintali di derrate alimentari da distribuire a tutte le parrocchie della Diocesi.

Il Centro d’ascolto diocesano, nel periodo post lockdown, è stato il punto di riferimento di quanti sono rimasti fuori dai “ristori” o hanno perso il lavoro. Erogati solamente dal Centro d’ascolto diocesano oltre 35mila euro di contributi economici per canoni di locazione, bollette energetiche, formazione professionale, spese sanitarie e scolastiche.

La Caritas diocesana ha lavorato non solo per dare risposta ai bisogni materiali, ma anche a quelli sociali, istituendo, a settembre, uno sportello psicologico gratuito. Frutto del lavoro svolto lo scorso anno, sono appena partite 4 borse di studio per la formazione professionale, in collaborazione con La Piramide di Nocera Inferiore, e 2 tirocini formativi, in partnership con l’agenzia Mestieri Campania. La Caritas diocesana quest’anno porta con sé nuovi obiettivi, grazie alla progettazione 8xmille 2020, per mettersi ogni giorno al servizio dei più poveri.

Sofia Russo

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts
Leggi tutto

Il Cammino sinodale nella vita ordinaria delle comunità

Pubblichiamo l’editoriale che mons. Castellucci, arcivescovo di Modena-Nonantola, vicepresidente della CEI e referente per l’Italia del prossimo Sinodo dei vescovi, ha scritto per le testate della Federazione Italiana Settimanali Cattolici di cui anche Insieme fa parte. Questa collaborazione si colloca nel solco della grande attenzione che la Federazione sta dedicando a questo importante appuntamento ecclesiale.