“Le vie del Signore sono infinite” su TV2000

Ritorna “Le vie del Signore sono infinite”, il programma prodotto dalla Gray Out – società di produzioni televisive – per Tv2000.

Questa volta Alessandro Antonino porta le telecamere in Campania per quattro puntate speciali sui “Percorsi dell’Anima” che condurranno il telespettatore alla scoperta di questa regione, visitando luoghi spesso poco conosciuti e seguendo sempre un unico filo conduttore: la fede.

La prima puntata andrà in onda il 27 agosto alle 12.20 su Tv2000 (Canale 28 del digitale terreste, canale 140 di Sky, canale 18 di TivùSat) e sarà dedicata al culto mariano. Si partirà dal Santuario di Montevergine a Mercogliano, dove Alessandro Antonino sarà accompagnato dall’abate Riccardo Luca Guariglia. Dopo una breve tappa al Palazzo abbaziale di Loreto, che si trova nel paese, ci si sposterà poi a Pagani, per visitare il Santuario della Madonna delle Galline insieme al vescovo di Nocera Inferiore-Sarno, monsignor Giuseppe Giudice. Ultima tappa: Pompei. Dopo la visita a uno dei siti archeologici più famosi del mondo, la puntata si concluderà nel Santuario della Beata Vergine del Rosario insieme all’arcivescovo prelato di Pompei, monsignor Tommaso Caputo.

Con questo programma Alessandro Antonino, già narratore di viaggi all’interno de “Il mondo insieme”, invita a farsi coinvolgere dalla curiosità, dalla storia, dalla fede e dai numerosi incontri che si possono fare nel corso di cammini e pellegrinaggi religiosi. In ogni puntata la religione si accompagna alla scoperta del territorio e delle tradizioni locali. Il conduttore sarà di volta in volta accompagnato da un uomo di fede, uno storico o un esperto del territorio che coinvolgerà i telespettatori attraverso approfondimenti, aneddoti o curiosità.

I “Percorsi dell’anima” sono dei reali percorsi, pedonali o ciclopedonali, nati da un’iniziativa promossa dalla Regione Campania e dal ministero dei Beni e delle Attività culturali che permettono di riscoprire il territorio e la spiritualità collegando tra loro luoghi sacri.

Total
0
Shares
Articoli correlati