«Fare catechesi oggi» quattro incontri di formazione per i catechisti della Diocesi

Si comincia il 27 febbraio, si continuerà il 12 marzo, mentre gli ultimi due impegni sono il 13 aprile ed il 21 maggio.

«Fare catechesi oggi» è il titolo dei quattro appuntamenti di formazione rivolti ai catechisti e agli educatori che operano nelle parrocchie della Diocesi.

Un percorso promosso dall’Ufficio diocesano Annuncio e Catechesi coordinato da don Vincenzo Spinelli.

Si comincia il 27 febbraio, si continuerà il 12 marzo, mentre gli ultimi due impegni sono il 13 aprile ed il 21 maggio.

Gli incontri del 27 febbraio, del 12 marzo e del 21 maggio si terranno nella Cattedrale di San Prisco a Nocera Inferiore, a partire dalle ore 19.30.

L’incontro del 13 aprile, invece, si terrà al seminario di Pontecagnano Faiano in occasione del convegno regionale dei catechisti.

I relatori

Il ciclo di incontri prenderà dunque inizio il 27 febbraio.

Il tema dell’incontro, tenuto da don Antonio Romaniello direttore dell’Ufficio Catechistico di Teggiano-Policastro, sarà «Identità e missione del catechista».

Il 12 marzo don Piercatello Liccardo, liturgista e parroco di Santa Maria del Presepe in Nocera Inferiore, relazionerà su «Fare catechesi con l’anno liturgico».

Il 21 maggio l’incontro sarà tenuto da padre Vito Manca sul tema «Catechesi: comunicazione e linguaggi».

Camminare insieme come i discepoli di Emmaus

Don Vincenzo Spinelli, responsabile del settore Annuncio e Catechesi della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, ha spiegato: «L’urgenza della formazione dei laici nella Chiesa è stata sollevata anche dal Cammino sinodale».

Una esigenza avvertita anche tra «coloro ai quali affidiamo la trasmissione della fede e la preparazione alla vita cristiana, i quali avvertono la necessità di camminare insieme alla sequela di Gesù come i discepoli di Emmaus».

Don Spinelli ha precisato che l’intento di questi incontri è «quello di camminare insieme, riflettere su alcuni temi che ci stanno a cuore per poter prendete delle decisioni comuni per tutte le comunità parrocchiali».

Insomma, evitare di camminare in ordine sparso, con il rischio di confondere la comunità.

Un percorso che sarà agevolato dagli esperti, «che ci aiuteranno nella riflessione e ci accompagneranno in questo cammino».

Testimoni più che maestri

«Prendere la forma di Cristo – ha aggiunto don Vincenzo Spinelli – è la missione e il compito di ogni catechista perché possa essere testimone più che maestro della fede. Il confronto e l’incontro con i catechisti delle varie comunità parrocchiali e anche delle altre diocesi, al convegno regionale di aprile, permette di allargare gli orizzonti su una Chiesa che non è il nostro piccolo gruppo, ma spesso va oltre le nostre limitate visioni».

Appuntamento, dunque, al 27 febbraio per il primo incontro del percorso «Fare catechesi oggi».

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati