Più film e più cinema: prezzo dei biglietti agevolato

Il Ministero della Cultura calmiera i prezzi dei biglietti per i film sul grande schermo. Agevolazione per le pellicole italiane ed europee. In Sala segnala due film francesi.
Foto di Igor Ovsyannykov da Pixabay

In un’estate che si preannuncia durissima per la sopravvivenza e la tenuta economica delle sale cinematografiche, il MIC (acronimo di Ministero della Cultura, discutibile contrazione del governo in carica della denominazione che, per anni, è stata “dei Beni e delle Attività Culturali”) batte un colpo e, con un’iniziativa indubbiamente meritoria, stabilisce un calmieramento del prezzo dei biglietti per il cinema italiano ed europeo per tutta l’estate, bloccandolo a 3,50 euro.

Nei mesi caldi al cinema sono sbarcati una marea di megablockbuster dagli Stati Uniti (“Indiana Jones 5”, un nuovo “Mission: Impossible”, “Barbie – The Movie”, “The Flash”, “Fast X”, il nuovo Disney/Pixar “Elemental” e si è ritenuta questa una maniera per invogliare anche alla visione dei prodotti provenienti dall’Unione Europea.

In mancanza di titoli italiani forti (è un controsenso? Certo che sì) segnaliamo due film provenienti dalla Francia, molto più brava di noi nel proteggere ed esportare i lavori dei propri cineasti e cineaste.

Il primo, uscito il 6 luglio, è “Rodeo” di Lola Quivoron, con la protagonista Julie Ledru ad interpretare Julia, appassionata di moto da corsa e impegnata a farsi accettare, contro il volere della sua famiglia, in un mondo prevalentemente maschile come quello delle gare clandestine su strada. Un’alternativa intelligente e di qualità alla farraginosa saga dei Fast di Toretto & company arrivati ormai, come già ricordato poco sopra, ad un esorbitante decimo capitolo.

Il secondo è “Coma” di Bertrand Bonello, tra gli artisti d’Oltralpe più sperimentali e innovativi. Finalmente un film che indaga a fondo il dramma degli adolescenti durante i lockdown e la crisi pandemica, rinchiusi improvvisamente, e ancor più del solito, in un mondo di schermi e relazioni a distanza. Una visione stordente e, purtroppo, un’uscita postuma per il povero coprotagonista Gaspard Ulliel, deceduto lo scorso anno per un brutto male.

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati