Formazione degli operatori pastorali: si riparte

Il 9 e 10 novembre si è tenuto il primo modulo con don Piercatello Liccardo
Don Piercatello Liccardo relazione durante la seconda serata del percorso di formazione degli operatori pastorali

Formazione degli operatori pastorali, la Diocesi ha deciso di rinnovare anche per l’anno pastorale 2022/2023 il corso base. I primi due appuntamenti, che rientrano nel primo modulo, si sono tenuti il 9 e 10 novembre presso la sala conferenze della Casa delle Aggregazioni laicali “Iuvenescit Ecclesia” di Nocera Inferiore.

A organizzare la formazione, su richiesta del vescovo mons. Giuseppe Giudice, sono stati gli Uffici diocesani Catechistico, Pastorale per la Famiglia e Pastorale Giovanile. Il primo modulo ha avuto come relatore don Piercatello Liccardo, che ha aiutato i presenti ad approfondire il tema della Liturgia come “luogo” privilegiato per l’incontro con Dio e la Comunità.

Audio della prima serata di formazione

Il parroco di Santa Maria del Presepe ha fatto riferimento alle parole di papa Francesco, in particolare a documento Desiderio desideravi. In questo modo, la Diocesi è stata invitata a curare e vivere con maggiore consapevolezza la ricchezza dei Sacramenti.

Il video della seconda serata

Al termine delle due sere, i partecipanti hanno espresso gratitudine ed entusiasmo per quanto appreso. Si attende con ansia il secondo modulo che si terrà tra qualche mese, a gennaio del 2023.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati
Leggi tutto

Halloween. Fabris: “Ci solleva da un impegno per una società buona e giusta”

Con questa festa “la morte viene esorcizzata e dunque non fa più paura perché viene depotenziata, resa quasi normale, non è riconosciuta più come tale, viene ridotta allo scheletrino o alla streghetta. Se viene depotenziato ciò che per l’essere umano è il vero segno del suo limite, della sua tragedia, questo è il punto vero, non c’è più bisogno di redimere l’essere umano da questo male”, spiega l’esperto.