Sprint vaccinale

Gli ultimi mesi di lavoro dell’Asl Salerno.

Sono 550 mila i cittadini che hanno ricevuto la prima dose di vaccino, circa 200 mila anche la seconda. L’obiettivo è raggiungere quota 900 mile per salutare la cosiddetta “immunità di gregge”. L’Asl Salerno sta facendo la sua parte. Ecco un resoconto degli ultimi mesi di lavoro.

di Giuseppe Calabrese*

Con il mese di giugno l’Asl Salerno si appresta a dare la “spallata” decisiva al Covid-19, come ha dichiarato in questi giorni il generale Francesco Figliuolo. La vittoria finale sul virus, si sa, passa attraverso la vaccinazione del maggior numero possibile di salernitani. Sicuramente superare quota 900 mila significherebbe raggiungere quella cosiddetta “immunità di gregge” che metterebbe al sicuro la massa.

Ad oggi oltre 550 mila cittadini hanno ricevuto la prima dose, circa 200 mila di essi hanno ricevuto anche la seconda. 

Superata in questi giorni la divisione iniziale per classi di età, l’Asl Salerno sta procedendo a vaccinare tutta la popolazione. Con l’apertura della piattaforma dai 12 anni in su, esauriti i maturandi, sono in corso le vaccinazioni agli operatori dei comparti turistici, agricoli ed industriali. Con vaccini sufficienti e disponibili, nei prossimi due mesi l’Asl Salerno tenta di raggiungere un milione di vaccinati.

L’Azienda sanitaria diretta dal dott. Mario Iervolino per raggiungere questo obiettivo, oltre a “stare sul pezzo” 24 ore su 24, ha affidato al dott. Arcangelo Saggese Tozzi la conduzione della complessa macchina delle vaccinazioni. Punto di partenza gli oltre 130 centri vaccinali disseminati sul territorio, che si sono andati via via moltiplicando man mano che si creavano occasioni, connessioni, opportunità operative. Di pari passo all’aumento della disponibilità dei vaccini.

Ed i risultati si sono visti fin dall’inizio, laddove l’Asl Salerno si è fatta sempre trovare pronta a mettere in pratica le disposizioni della Regione Campania e dell’Unità di Crisi, stazionando permanentemente ai primi posti della regione per numero di vaccinati e dosi impiegate (rispetto a quelle disponibili, naturalmente).

Ad oggi l’Asl Salerno è impegnata a moltiplicare le iniziative con gli open day e le vaccinazioni by night.

*Capo ufficio stampa Asl Salerno

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts
Leggi tutto

Ciao, tu.

Aver sdoganato il tu non è una colpa grave. Ma lo è nella misura in cui, ancora una volta, il cambiamento taglia di netto la consapevolezza con cui dovrebbe essere accompagnato.