San Sisto II: imparare la grammatica della ripresa

Don Giuseppe Pironti scrive alla comunità.

Ci siamo ormai abituati alle restrizioni dovute alla pandemia e forse anche impigriti, scrive don Giuseppe Pironti. L’appello ora è quello di imparare la ripresa, che non coincide con il concetto di riapertura.

Per quanto possa sembrare strano, ci siamo abituati alla pandemia, alle restrizioni, a tutto quello che questa esperienza ha portato con sé. E forse ci siamo impigriti. Ora che abbiamo imparato a convivere con il virus, dopo la paura iniziale, si presenta una nuova sfida: non tanto quella delle riaperture, annunciate e riannunciate, ma quella della ripresa. Perché riapertura e ripresa non sono la stessa cosa.

La nostra parrocchia San Sisto II di Pagani si sta preparando da tempo. Non si è mai fermata ma ha rimodulato la sua azione pastorale nei modi più svariati. E adesso rimodula ancora. Come accade sempre dopo un evento sconvolgente, si riparte dal piccolo e dai pochi. Come fece anche il popolo di Israele. Il Signore sceglie sempre qualcuno perché nessuno resti solo.

Credo che in questo tempo, la parrocchia debba presentarsi come “luogo” di incontro. D’altra parte, la stessa Eucaristia che cosa è se non “l’adunanza dei fedeli” che si incontrano intorno alla Mensa? E se è vero che quell’assemblea è Corpo Mistico di Cristo, allora comincia una Messa che non finisce. La parrocchia resta aperta e raduna il popolo disperso, smarrito, impaurito, impigrito. Più che attività da organizzare, la pastorale parrocchiale di questo tempo deve essere un’occasione. Penso sia il più bel messaggio di speranza.

A quanto pare in questo anno abbiamo perso tante occasioni e la disperazione potrebbe farci credere che di occasioni non ce ne saranno più. E invece no! La parrocchia è la nostra occasione: di rivalsa, di riscatto, di ripresa, di futuro.

Futuro. Che bella parola. Il futuro dà senso al presente, dà valore al passato. Questo futuro è un piccolo anticipo di eternità. E noi, dell’Eterno, siamo l’immagine e la somiglianza.

Don Giuseppe Pironti

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati