Papa Francesco ricorda don Nello

Papa Francesco unge le mani di don Aniello Nappo

Papa Francesco ricorda don Nello Nappo, scomparso lo scorso 11 aprile dopo un lungo periodo di ricovero ospedaliero. Un mese fa il Vescovo benedisse il feretro nel cimitero di Nocera Inferiore

 

Papa Francesco ricorda don Nello Nappo. Il Santo Padre ha scritto una lettera a mons. Giuseppe Giudice per esprimere vicinanza in seguito alla morte del giovane sacerdote di Nocera Inferiore. La nota firmata dall’arcivescovo Edgar Peña Parra, Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, è stata inviata il 5 maggio.

Mons. Peña Parra, rivolgendosi al Vescovo di Nocera Inferiore-Sarno, scrive: «Il Santo Padre ha appreso la grande sofferenza e il senso di smarrimento che sta vivendo Lei, il presbiterio e l’intera Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno per la prematura scomparsa di don Aniello Nappo, giovane sacerdote da Lui ordinato nel 2017. Il vostro dolore suscita nell’animo del Papa sentimenti di profonda partecipazione e di sentita vicinanza. Pertanto, Egli, per mio tramite, vi assicura la Sua preghiera affinché il Signore dia la forza di portare questa croce pesante».

Il Pontefice si è rivolto al papà Sabato e ai fratelli Diego e Maria Rosaria: «Consapevole di quanto siano inadeguate le umane parole a sollevare cuori tanto provati, Sua Santità desidera inviare, specialmente ai familiari del compianto presbitero, il dono consolante di una carezza spirituale. Al tempo stesso, esorta alla speranza cristiana: con la morte la vita non è tolta ma trasformata».

«Don Aniello – si legge nella lettera inviata dalla Segreteria di Stato a nome di papa Francesco – è ora tra le braccia amorevoli di Gesù e contempla faccia a faccia il volto buono e tenero del Padre celeste, che ha amato e fatto amare mediante il ministero sacerdotale».

La nota si conclude con l’invito alla preghiera. «Come segno di incoraggiamento e di conforto, il Papa invia a Vostra Eccellenza e a quanti sono stati colpiti da così doloroso evento una speciale Benedizione Apostolica, con un particolare pensiero per l’anima di don Aniello, che affida alla materna intercessione della Vergine Santa».

Il Vescovo benedice il feretro di don Nello Nappo nel piazzale del cimitero di Nocera Inferiore – foto archivio Insieme

L’addio

Don Nello Nappo è morto lo scorso 11 aprile dopo un lungo ricovero ospedaliero mentre si trovava all’istituto “Maugeri” di Telese Terme. Aveva compiuto 31 anni lo scorso 6 aprile; ordinato presbitero da papa Francesco, il 7 maggio 2017.
Ha guidato la comunità di San Francesco di Paola di Pagani fino alla scorsa estate, quando sono cominciati i problemi di salute. È stato ricoverato prima all’ospedale “Umberto I” di Nocera Inferiore, poi all’ospedale “Andrea Tortora” di Pagani e, infine, presso la struttura sanitaria sannita.

Un mese fa, in piena emergenza Covid-19, con le esequie sospese, il Vescovo tenne il rito di benedizione della salma direttamente al cimitero di Nocera Inferiore.

Mons. Giudice disse: «Diciamo ad Aniello che accanto al cuore di Dio continui ad intercedere per ognuno di noi».

Sa. D’An.

 

Total
0
Shares
Articoli correlati