Primo memorial Gaetano Ferrentino

Lo scorso 29 maggio si è disputata la prima edizione della gara podistica in ricordo del giornalista e avvocato di Sarno. Il ricordo degli amici in una lettera aperta
Gaetano Ferrentino con i suoi amici runners

Primo memorial Gaetano Ferrentino, la manifestazione sportiva si è tenuta a Sarno lo scorso 29 maggio. Una gara che ha riscosso grande successo. All’indomani dell’evento, gli organizzatori hanno scritto una lettera aperta alla città e, in particolare, all’amico Gaetano Ferrentino. L’avvocato e giornalista era anche un runners, un giovane appassionato dello sport a tutto tondo.

Kadiri Yahya stringe tra le mani la coppa del primo memorial Gaetano Ferrentino (foto rilasciata dagli organizzatori della manifestazione)

«The winner is! Tu Gaetano… sei tu il vincitore di questo primo memorial organizzato, in tuo onore, dalla Sarno Runners-Gli amici della vasca con i quali hai condiviso chilometri di energia, non solo sportiva. Gli stessi amici che hanno sentito forte la necessità di ricordarti ancora una volta per i tuoi pensieri, per le tue azioni genuine e sempre pronte verso l’altro e per tutte le attività che hai svolto sempre egregiamente».

La lettera continua così: «Un’ organizzazione precisa e attenta, coinvolgente e significativa. Pensa che in breve tempo, dalla semplice idea alla realizzazione della stessa, hanno aderito circa 600 podisti da più parti d’Italia, persino un amico da Malta; sponsor felici di associare il proprio nome al tuo ricordo; gente esterna all’associazione che si è resa disponibile a darci una mano».

La locandina dell’evento sportivo

Gli organizzatori, i Sarno Runners-Gli amici della vasca, chiudono così il loro ricordo di Ferrentino: «Tutto questo perché hai lasciato un grande vuoto dentro di noi. E noi insieme alla tua cara famiglia cercheremo di non farci mai mancare il tuo sorriso anche se semplicemente e solo nei nostri ricordi più belli. È vero…ha vinto Kadiri Yahya, ma per noi il vero vincitore sei tu».

La figura di Gaetano Ferrentino

Un infarto se l’è portato via a 46 anni, strappandolo alla moglie e ai tre figli per cui era l’eroe dal quale trarre ispirazione, il pomeriggio del 30 dicembre 2020. Per i sarnesi era un’istituzione, anche politicamente.

Prima di ricoprire incarichi pubblici, Ferrentino ha scritto per la Città di cronaca e di amministrazione da Sarno. È stato uno dei primi collaboratori del quotidiano, fin dalla fondazione nel 1996. Negli ultimi anni che l’hanno visto protagonista attivo della politica locale, invece, collaborava con la redazione sportiva, raccontando le gesta della “sua” Sarnese.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati