Sui passi di Carmen e Kiko, riempiti della Sua grazia

Pellegrinaggio in Spagna per i giovani del Cammino Neocatecumenale di Poggiomarino, che hanno visitato i luoghi del fondatore del Cammino, Kiko Arguello e della co-fondatrice, Carmen Hernández.
I giovani del Cammino Neocatecumenale che hanno preso parte al pellegrinaggio in Spagna

Lo scorso 25 agosto noi giovani di Poggiomarino, coordinati dal Centro Neocatecumenale di Salerno, siamo partiti per un pellegrinaggio in Spagna che ci ha dato modo di toccare con mano le meraviglie che il Signore ha fatto e continua a fare ogni giorno nella nostra vita.

Sono stati sei giorni molti intensi durante i quali il Signore ha parlato ad ognuno di noi attraverso la Sua parola e ci ha donato l’opportunità di conoscere persone nuove, con le quali abbiamo legato come se ci conoscessimo già da tempo.

In questo pellegrinaggio abbiamo ripercorso il cammino vocazionale di Carmen Hernández, co-fondatrice insieme a Kiko Argüello del Cammino Neocatecumenale: siamo stati a Ólvega, suo paese natale e dove ha ricevuto il battesimo, a Tudela dove ha ricevuto la cresima e la sua prima chiamata vocazionale.

Abbiamo potuto visitare e toccare con mano i luoghi dove, per opera dello Spirito Santo, è nato il Cammino Neocatecumenale.

Siamo stati alla casa di Kiko a Madrid – oggi centro neocatecumenale diocesano –, dove l’8 dicembre 1959 ha accolto l’ispirazione della Vergine Maria – “Bisogna fare comunità cristiane come la Santa Famiglia di Nazareth, che vivano in umiltà, semplicità e lode e nelle quali l’altro è Cristo” – che lo ha portato successivamente, nel 1964, a fondare la prima comunità neocatecumenale nelle baracche di Palomeras Altas a Madrid.

Abbiamo visitato importanti luoghi sacri spagnoli: il monastero della Concezione a Ágreda, il castello di San Francesco Saverio, la Basilica di Nostra Signora del Pilar a Saragozza.

Siamo stati poi a Barbastro, in una chiesa che custodisce le spoglie dei 51 martiri claretiani uccisi durante la Guerra Civile spagnola; abbiamo visitato la cattedrale di Madrid, dove Kiko ha dipinto la corona misterica e dove è custodita la prima icona della Madonna del Cammino dipinta da Kiko nel 1973. Abbiamo, poi, visitato la chiesa di Fuentes, luogo della prima convivenza con gli zingari e della prima Pasqua; a Segovia, invece, siamo stati sulla tomba di san Giovanni della Croce.

Infine abbiamo pregato sulla tomba di Carmen al seminario “Redemptoris Mater” di Madrid.

Il pellegrinaggio si è concluso con la celebrazione dell’Eucaristia in una parrocchia di Madrid, nella quale, come da tradizione del Cammino Neocatecumenale, ci sono state le chiamate vocazionali.

Ringraziamo il Signore per questa opportunità che ci ha donato, per questi giorni in cui ha toccato il cuore di ognuno di noi. Gli siamo grati perché dopo il pellegrinaggio siamo tornati a casa rinnovati nello spirito e pieni della Sua grazia.

Pasquale Maria D’Ambrosio

Total
14
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati