Gender gap: se ne discute lunedì 17 a Mercato San Severino

L’appuntamento con il convegno “Questioni di genere e Democrazia paritaria” è per le ore 17.000. Sarà l’occasione per presentare le attività portate avanti dalla commissione Pari opportunità della cittadina dell’Irno

Gender gap e violenza di genere sono i due temi che orienteranno il pomeriggio di approfondimento in programma lunedì 17 giugno nell’aula consiliare del Comune di Mercato San Severino.

L’appuntamento con il convegno “Questioni di genere e Democrazia paritaria” è per le ore 17.000. Sarà l’occasione per presentare le attività portate avanti dalla commissione Pari opportunità della cittadina dell’Irno, ma anche per volgere lo sguardo alle opportunità offerte dal punto di vista legislativo e progettuale.

Un incontro per dialogare con la politica, le altre istituzioni, la scuola, l’università, le professioni, le associazioni e il mondo del lavoro.

Marina Marinari con la giornalista anticamorra Luciana Esposito

Un seminario fortemente voluto da tutti i componenti della commissione, in particolare dalla presidente Marina Marinari. Sarà lei a illustrare le attività realizzate dall’organismo comunale.

«Le politiche di genere – ha spiegato Marinari – rappresentano l’approccio strategico che ogni ente pubblico dovrebbe assumere per gestire le questioni di genere, che oggi vanno ben oltre il garantire le pari opportunità di uomini e donne. Oggi quando parliamo di pari opportunità oggi intendiamo tutte le tipologie di discriminazioni: da quella etnica fino a quella religiosa».

La commissione serve, dunque, ad «acquisire una serie di strategie per rispondere a dei bisogni che si stanno manifestando sul territorio».

Ci sono anche delle azioni concrete che la pubblica amministrazione è chiamata a introdurre, per esempio il Bilancio di genere. In molti casi resta utopia, ma la commissione Pari opportunità di Mercato San Severino sta lavorando per invertire la tendenza.

«Quella di colmare il gender gap è una missione che porto avanti da sempre, da quando ero studentessa», ha rimarcato la presidente Marinari. Interesse che deve innanzitutto coinvolgere i giovani, da qui l’apertura dell’iniziativa alle scuole del territorio.

Gli strumenti ci sono, bisogna solo saperli intercettare e utilizzare. E il fronte è ampio: «Infatti, attraverso queste azioni sono state portate avanti anche attività contro la violenza di genere».

Il passaggio successivo è istituire un tavolo permanente per seguire e dare risposte a questi bisogni.

Argomenti che saranno approfonditi da Roberta Natella, vicepresidente della commissione, che presenterà il progetto “Rete organismi di parità”, insieme a donne esponenti di varie realtà: Antonia Autuori, presidente della Fondazione Comunità Salernitana e del gruppo risorsa mare, trasporti e logistica di Confindustria; Maria Rosaria Vitiello della commissione Pari opportunità dell’Ordine dei giornalisti della Campania; Ornella Malandrino, direttrice OGEPO UniSa.

Le conclusioni saranno affidate ad Armida Filippelli, assessora alla Formazione professionale della Regione Campania.

I lavori saranno coordinati dalla sociologa Maria Carmela Inverno. Porteranno i saluti il sindaco Antonio Somma, la consigliera delegata alle Pari opportunità, Michela Amoroso, la consigliera di Parità della Provincia di Salerno, Anna Petrone.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts
Leggi tutto

Care vacanze, tra speculazione e rincari

Il presidente campano della FIBA Confesercenti, Raffaele Esposito, illustra i dati relativi alle vacanze al mare e denuncia operazioni che si ripercuotono su turisti ed operatori del settore. Le località balneari campane restano tuttavia tra le mete più ambite, grazie anche alla qualità delle acque e dei servizi.