Povertà sanitaria: è corsa agli screening gratuiti

Effettuati 250 esami gratuiti durante una iniziativa promossa dal Lions club a Nocera Inferiore
La misurazione della glicemia – foto Misericordia di Nocera Inferiore

Povertà sanitaria in aumento, un fenomeno evidenziato anche nell’ultimo Dossier regionale sulle povertà. «Crescono i problemi di salute, è diventato un lusso curarsi», affermò Ciro Grassini, curatore del Dossier regionale.

Infatti, tra gli interventi maggiormente erogati dai centri di ascolto delle Caritas diocesane ci sono i contributi per le spese sanitarie. È forse per questo motivo, oltre che per la qualità dell’iniziativa, che la giornata Lions di screening gratuito per il diabete, promossa domenica scorsa a Nocera Inferiore, ha riscosso un grande successo.

I medici coinvolti

Oltre 250 prestazioni sanitarie sono state erogate dai dottori Raffaele Baio, Paolo Attianese, Francesco Albano e Andrea Strianese, in collaborazione con il personale sanitario della Misericordia di Nocera Inferiore.

Il dottore Baio esegue una ecografia – foto Misericordia di Nocera Inferiore

L’ambulatorio solidale è stato allestito nei locali della parrocchia San Matteo Apostolo, grazie alla disponibilità del parroco don Raffaele Ferrentino.

Decine le consulenze effettuate

Ad ognuno degli utenti, molti gli stranieri e persone in evidente stato di disagio socio-economico, è stata rilevata la glicemia, effettuata una ecografia delle vie urinarie e dei tronchi sovraortici, un eco cardiogramma con consulenza cardiologica e, infine, una consulenza alimentare.

Il dottore Attianese durante una consulenza nutrizionale – foto Misericordia di Nocera Inferiore

Un successo per gli organizzatori – oltre i medici anche il presidente del Lions club Agorà Principato Citra, Felice Califano – tant’è che i controlli si sono prolungati fino al primo pomeriggio.

L’iniziativa sarà ripetuta nel mese di dicembre in un’altra parrocchia di Nocera Inferiore, quella di San Giovanni Battista a Cicalesi.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati