Oltre la pandemia: esperienze e stili comunicativi

Sabato 22 gennaio alle ore 17.00 un convegno per capire come comunicare in questo tempo pandemico e alla luce del Cammino sinodale. Relazionerà Fabio Bolzetta, presidente dell’Associazione WebCattolici Italiani

Oltre la pandemia: esperienze e stili comunicativi. È su questi aspetti che sabato 22 gennaio, alle ore 17.00, Fabio Bolzetta interverrà nel corso dell’annuale appuntamento per san Francesco di Sales.

Ritorna in presenza l’iniziativa promossa dalla Diocesi e organizzata da Insieme e dall’Ufficio diocesano Comunicazioni sociali in occasione della festa per il patrono dei giornalisti e dei comunicatori.

Il convegno, che si inserisce anche tra le proposte diocesane del Cammino sinodale intrapreso dalla Chiesa, si terrà nell’auditorium della parrocchia San Giovanni Battista di Nocera Inferiore.

Il tema dell’incontro è “Oltre la pandemia. Storie vere, anticorpi di speranza – La comunicazione ecclesiale al servizio del Cammino sinodale”.

Fabio Bolzetta e i Web Cattolici

Fabio Bolzetta

Protagonista dell’appuntamento formativo sarà il presidente di WeCa, WebCattolici Italiani, e giornalista di Tv2000, Fabio Bolzetta. L’esperto offrirà un contributo sugli effetti della pandemia sulla comunicazione, indicando qualche esperienza vissuta durante questi due anni. Prenderà spunto dal libro Oltre la pandemia. Storie vere, anticorpi di speranza, che Bolzetta ha scritto e pubblicato con le Paoline.

I lavori saranno introdotti dal vescovo Giuseppe Giudice e dai referenti diocesani per il Cammino sinodale Giovanna Civale e don Fabio Senatore.

Il volume, si legge nella presentazione, è «un mosaico di volti, storie, emozioni. Da chi ha superato la sfida del Covid-19 a chi ne è rimasto sopraffatto. Sino alle testimonianze raccolte direttamente dall’autore di eroi del quotidiano, uomini e donne incontrati in un tempo sospeso, sullo sfondo un nemico invisibile».

Il giornalista e presidente di WeCa sarà anche a disposizione per dare qualche suggerimento pratico, non solo teorico, su come parrocchie e associazioni ecclesiali possono essere protagonisti nel mare magnum della Rete e dei social.

Total
62
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati