Un tempo di grazia

Se non si ama veramente con tutto il cuore, come si può arrivare a condividere il cibo con il fratello?
Don Gerardo Coppola e don Silvio Longobardi in ginocchio dinanzi al Santissimo Sacramento.

Non possiamo fermarci al rito quando parliamo di Eucaristia. Se non si ama veramente con tutto il cuore, come si può arrivare a condividere il cibo con il fratello? Se una qualche presunta superiorità (età, cultura, carisma…) è ancora vissuta come motivo di dominio e separazione, come poter entrare in comunione con Colui che si è spezzato per farci vivere?

Se si preferiscono le cose alle persone, come entrare nella logica di Gesù che testimonia che la felicità consiste esclusivamente nel servizio reciproco, fatto con amore e per amore? L’Eucaristia è inseparabile dall’amore vicendevole verso tutti e dalla condivisione reale dei beni.

Queste le riflessioni che ci hanno aiutato a vivere le Sante Quarantore, un appuntamento annuale fisso per la nostra comunità di Sant’Antonio di Padova ad Orta Loreto. Ogni sera, per tre giorni consecutivi, la giornata di adorazione si è conclusa con la recita dei Vespri e le riflessioni sull’Eucaristia tenute da don Silvio Longobardi.

Un tempo di grazia, vissuto alla vigilia dell’Avvento, per entrare sempre più nel grande mistero della Fede.

Angela Vitale

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati