L’attenzione della Chiesa per i giovani: domenica la GMG

Quest’anno si celebra per la prima volta nella domenica di Cristo Re dell’Universo. L’invito ai parroci a leggere il Messaggio del Papa

L’attenzione della Chiesa per i giovani è sempre manifesta, ma raggiunge il culmine nella Giornata Mondiale della Gioventù. Da quest’anno la GMG si celebra a livello diocesano la domenica di Cristo Re dell’Universo, quindi il prossimo 21 novembre. Il responsabile della Pastorale giovanile della diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, don Giuseppe Pironti, ha inviato una lettera alle comunità per ricordare l’appuntamento.

«Domenica 21 novembre – scrive il sacerdote – ci è chiesta un’attenzione tutta particolare per i nostri giovani che siamo chiamati a guidare alla scoperta dell’amore incondizionato di Dio. Siamo invitati a dire loro, insieme con papa Francesco, che nessun giovane è fuori della portata della grazia e della misericordia di Dio. Nessuno! Aiutiamoli ad “alzarsi” e a diventare “testimoni” di fronte a tanti loro coetanei, come è accaduto a san Paolo sulla via di Damasco».

Una festa che non passi in sordina

Considerato il periodo e le limitazioni per il Covid-19, l’appuntamento annuale per fare festa con i giovani è rimandato alla prossima primavera estate. Tuttavia, è giusto non lasciare che il giorno scelto per loro dalla Chiesa passi in sordina. Don Pironti invita i suoi confratelli a «leggere il Messaggio che papa Francesco ha indirizzato ai giovani per questa XXXVI Giornata Mondiale della Gioventù».

Inoltre, «sarebbe bello se durante le Sante Messe di questa domenica, o almeno quella con la maggiore partecipazione di giovani, se ne leggesse uno stralcio». Il responsabile della Pastorale giovanile diocesana ne segnala alcuni.

Dal Messaggio del Papa

Alzati e testimonia la tua esperienza di cieco che ha incontrato la luce, ha visto il bene e la bellezza di Dio in sé stesso, negli altri e nella comunione della Chiesa che vince ogni solitudine.

Alzati e testimonia l’amore e il rispetto che è possibile instaurare nelle relazioni umane, nella vita familiare, nel dialogo tra genitori e figli, tra giovani e anziani.

Alzati e difendi la giustizia sociale, la verità e la rettitudine, i diritti umani, i perseguitati, i poveri e i vulnerabili, coloro che non hanno voce nella società, gli immigrati.

Alzati e testimonia il nuovo sguardo che ti fa vedere il creato con occhi pieni di meraviglia, ti fa riconoscere la Terra come la nostra casa comune e ti dà il coraggio di difendere l’ecologia integrale.

Alzati e testimonia che le esistenze fallite possono essere ricostruite, che le persone già morte nello spirito possono risorgere, che le persone schiave possono ritornare libere, che i cuori oppressi dalla tristezza possono ritrovare la speranza.

Alzati e testimonia con gioia che Cristo vive! Diffondi il suo messaggio di amore e salvezza tra i tuoi coetanei, a scuola, all’università, nel lavoro, nel mondo digitale, ovunque.

L’augurio della Chiesa

«Il Signore, la Chiesa, il Papa – richiama don Pironti, prendendo dal Messaggio del Santo Padre –, si fidano di voi e vi costituiscono testimoni nei confronti di tanti altri giovani che incontrate sulle “vie di Damasco” del nostro tempo».

Total
9
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati