Insieme di ottobre 2021 si presenta

I temi: abusi sui minori, mensa scolastica, Covid, e-sports, Sinodo della Chiesa italiana, parrocchie
La copertina di Insieme di ottobre 2021

Insieme di ottobre 2021 parte da un tema di scottante attualità: gli abusi sui minori. Una ferita per la Chiesa, un dolore per le tante vittime. “La piaga degli abusi sui minori. Affrontare la verità e ricercare il perdono. Padre Hans Zollner racconta l’impegno della Chiesa”, è il titolo della copertina del numero di Insieme di ottobre, in distribuzione in queste ore nelle edicole partner e nelle parrocchie della Diocesi o consultabile dal sito con l’abbonamento web.

Un argomento attualissimo, dopo la Conferenza sulla tutela dei minori nelle chiese dell’Europa Centro-Orientale, tenutasi a Varsavia dal 19 al 22 settembre, e ancor di più dopo la pubblicazione, lo scorso 5 ottobre, dei dati sugli abusi nella Chiesa francese negli ultimi 70 anni. Report per il quale papa Francesco ha avuto parole molto dure: «Desidero esprimere alle vittime la mia tristezza – ha detto –, il mio dolore per i traumi che hanno subito e anche la mia vergogna, la nostra vergogna per la troppo lunga incapacità della Chiesa di metterla al centro della sua preoccupazione».

Parla padre Hans Zollner

Di questa dolorosa ferita, che la Chiesa è chiamata ad affrontare, abbiamo parlato in una lunga e ampia intervista con il professore Hans Zollner. È l’uomo di fiducia del Papa, membro della Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori. Tanti i temi toccati: il cammino della Chiesa in tema di abusi sui minori, la necessità di ascoltare le vittime e avviare processi di riparazione e guarigione, l’urgenza di sviluppare misure preventive. E, ancora, l’importanza della formazione e il ruolo del referente diocesano.

Tutti a mensa o quasi

Nelle pagine della Scuola ci siamo occupati della mensa scolastica. La refezione è un vero e proprio momento di formazione e educazione per i bambini all’interno del più ampio contesto scolastico educativo. Fatta questa premessa, la mensa deve essere tra le priorità di amministratori comunali e dirigenti scolastici, al pari del rientro a scuola in presenza.

Il servizio di refezione scolastica non è partito dappertutto. Dove, invece, è iniziato l’esperienza è molto positiva. Sul numero in distribuzione trovate una fotografia del territorio tra scuole statali e paritarie.

Abbiamo anche incontrato Olimpia Tedeschi, il nuovo dirigente del Primo Circolo didattico “S. Alfonso Maria Fusco” di Angri per la quale empatia e collaborazione tra docenti, personale scolastico e famiglie rappresenta la ricetta per garantire il benessere dei bambini.

Medico per vocazione

In Attualità abbiamo raccontato l’esperienza di Maddalena Annarumma, giovane medico in prima linea nella lotta al Covid. Maddalena, presidente dell’Azione Cattolica della parrocchia di San Giovanni Battista in Angri, si è laureata in Medicina nel pieno della prima ondata della pandemia. In una bella intervista spiega la scelta di diventare medico e l’esperienza di lavoro all’USCA. Ma anche i sogni per il futuro che porta nel cuore.

Gli e-Sports

Abbiamo raccontato anche l’esperienza di un giovane nocerino. Luigi Caputo ha saputo intercettare le istanze degli e-Sports creando una società in ambito digitale e, durante la pandemia, l’Osservatorio italiano e-Sports.

Chiesa in cammino

Si entra nel vivo del cammino sinodale delle Chiese che sono in Italia. A sei anni dal forte invito di papa Francesco che, in occasione del Convegno ecclesiale di Firenze del 2015, chiese un coinvolgimento «dal basso». Il percorso interesserà il quinquennio 2021/2025. Si inizia con il biennio di ascolto, che sarà seguito da una fase sapienziale e, infine, da un momento assembleare.

Lo scorso 24 settembre è stata riaperta la Curia vescovile, che è stata al centro di un intervento di riqualificazione e adattamento funzionale. 

Potete trovare tutto questo, insieme a tante altre notizie di cultura, eventi diocesani e parrocchiali sulla rivista in distribuzione nelle edicole partner e in parrocchia o in abbonamento web. Chiedete al vostro parroco. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati