Giardino made in Pagani per la piazza più grande d’Europa

All’opera il team Green Urban Gardens di Sangiorgio e Romano. L’esperienza di Villa Modestina porta a Salerno giardini a goccia e oltre 15 varietà di piante di macchia mediterranea
Piazza della Libertà – foto profilo Facebook presidente della Regione Campania

Giardino made in Pagani per piazza della Libertà di Salerno, l’agorà sul mare “più grande d’Europa”. Così l’ha presentata ai salernitani Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania che volle l’opera quando era sindaco di Salerno.

Il giardino a goccia

A realizzare le innovative installazioni verdi impreziosite da oltre 15 varietà arboree, in particolare di macchia mediterranea, è stata la Green Urban Gardens di Vittorio Sangiorgio e Gennaro Romano. “Si tratta di giardini concepiti come installazioni a verde quelli realizzati in piazza della Libertà, disegnati dall’architetto Ricardo Bofill. Il verde è stato concepito in maniera innovativa”, spiegano dalla Green Urban Gardens.

I giardini a goccia

I giardini a goccia sono stati realizzati con dune in inerbimento create con l’utilizzo di una particolare stuoia biodegradabile preseminata e preconcimata; nei giardini dei parcheggi, dove già erano state piantate le imponenti Wasghintonia, sono state integrate altre piante esotiche e ad esaltarle un disegno fatto di ciottoli​ e corteccia.

Il giardino al livello del parcheggio

“I giardini pensili danno valore aggiunto ad un’opera urbanistica di gran rilievo. Un trionfo di colori e profumi lungo l’ingresso che conduce dalla Stazione marittima dove hanno preso dimora oltre quindici essenze arbustive della macchia mediterranea installate anch’esse col fine di creare un effetto onda di colori dal bianco al giallo, al lilla all’azzurro che nel corso dell’anno producono incroci di tonalità e fioriture differenti”.

L’esperienza di Villa Modestina

Per realizzare questi innovativi giardini, la RCM costruzioni si è affidata al marchio Green Urban Gardens​ nato​ nell’azienda florovivaistica “Villa Modestina” di Pagani, vero e proprio hub di sperimentazione di tendenze green e del florovivaismo tecnologico e creativo. Un brand che promuove, sviluppa e realizza opere a verde nelle città e sui palazzi, ​ portando avanti la visione di città totalmente immerse nel verde.

Il gruppo di lavoro della Green Urban Gardens

Il commento di Sangiorgio

Vittorio Sangiorgio

“Siamo orgogliosi di aver contribuito a creare vere e proprie opere d’arte green – spiega Vittorio Sangiorgio – un progetto di rigenerazione urbana sostenibile originale, attraverso la messa a dimora di specie arboree, arbustive, ornamentali, piante aromatiche e fiori, vere e propria installazioni, progettate e allestite da specialisti del verde a misura della piazza sul mare più grande d’Europa”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati