Parrocchie Centro-Sarno: la formazione non si ferma

Il cammino formativo delle parrocchie Centro Sarno.

Abbiamo raccolto le esperienze delle diverse realtà parrocchiali che online o in presenza sono riuscite a continuare il cammino formativo.

La pandemia non ha fermato i cammini formativi delle diverse realtà parrocchiali, ognuno ha trovato la formula più adatta alle proprio esigenze. La Fraternità Francescana “Fratelli tutti” – racconta Nicola Mazza – è riuscita a continuare la sua formazione, rafforzati nell’entusiasmo dalla Promessa vissuta l’11 febbraio 2021.

«Ciò che più si ha a cuore neanche la pandemia lo riesce a fermare! Con l’oratorio “S. Filippo Neri” – aggiunge Salvatore Corrado – fino a quando è stato possibile abbiamo svolto le attività domenicali. Ora i laboratori manuali sono momentaneamente sospesi ma resta la vivace catechesi conservando lo stile Messa e attività. Siamo pronti per la ripresa dei nostri laboratori e soprattutto per l’estate con tante iniziative per i ragazzi in comunione con tutti gli altri gruppi parrocchiali delle Parrocchie Centro Sarno».

Gli adulti di Azione Cattolica insieme alla Fraternità Francescana delle parrocchie Centro Sarno

Anche l’Azione Cattolica non si è fermata. «Nonostante la situazione ci siamo messi “sotto le fatiche” e siamo andati avanti con la formazione, tra online e presenza – racconta Lugi De Palma –. È stata l’occasione per avvalersi degli incontri di formazione dell’Azione Cattolica diocesana e nazionale, ma anche di altri a più ampio respiro. Come dico sempre “volere è potere”: abbiamo faticato per capire come veicolare i contenuti ma da cristiani non potevamo fermarci davanti alle difficoltà».

In questo tempo sospeso anche le attività dell’Agesci Sarno 1 non si sono fermate. «Nonostante le difficoltà pratiche abbiamo avvertito la necessità di tenere vivo lo spirito di comunità che contraddistingue la nostra associazione» dice Anna De Filippo. «Tra presenza e online abbiamo mantenuto il contatto con i nostri ragazzi cercando di realizzare percorsi formativi e di vicinanza. I più grandi del nostro gruppo, con spirito di servizio, si sono impegnati nella solidarietà con la “spesa solidale”, portando un seme di speranza a chi vive maggiori difficoltà: lasciamo il mondo migliore di come lo abbiamo trovato!».

Donatella Ferrara

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati